Wintage Advantage: economia circolare della felicità

Se dico mercatino dell’usato non dico abbastanza, Orsola dimmelo tu tutto quello che c’è da dire sul Wintage. Cos’è e come funziona?

Il Wintage non è un mercatino dell’usato vero e proprio. Lo è ma è anche un evento emozionale e emozionante che mette insieme tante donne tante età tanti stili e tanti armadi sul filo unico della voglia di tornare bambine e di giocare al negozio. E lo si fa in splendidi palazzi, magnificamente restaurati e ristrutturati, che con la loro stessa bellezza nobilitano quelli che fino a qualche anno fa  (in italia almeno) erano considerati stracci e che invece oggi sono usato bene e di qualità, belle risorse per una reale educazione ambientale. La specialità di questo mercatino è che i partecipanti non possono essere abituali commercianti del settore. Solo privati cittadini con armadi privati. Siamo cani sciolti 🙂

L’usato bene e i prezzi gentili del Wintage sono economia circolare della felicità, perché un bel vestito o una borsa o un paio di scarpe possono trasformare una giornata così e così in una giornata felice.

Ho visto gioie io al Wintage che voi umani… Una terapia di gruppo direi. Comprarsi una cosa nuova, si sa, fa star bene ma comprare una cosa bella (nuova o usata) a prezzi di grande cortesia fa stare molto molto meglio e trovarla di un tempo passato (quindi introvabile per vie normali), di un colore che non si oserebbbe comprare normalmente ma ad un prezzo così che come si fa a resistere, e trovarla di fattura straordinaria come si usava una volta e sentire la storia che chi la vende racconta per accompagnarla, è un altro comprare. Un altro modo. Un altro mondo.

Stiamo vivendo un momento terribile che ho paura finirà per radicalizzare la rinuncia e la privazione, dobbiamo rinunciare anche al Natale perché il piacere di festeggiare non è compatibile con la morte. Eppure io credo che provare gioia, sentirsi felici per qualcosa che regaliamo a noi stessi o a qualcun altro a cui vogliamo bene, possa essere un buon modo per restare vivi e sani di cuore e mente.

La morte non si può sconfiggere. La vita stessa è una “malattia” mortale. Non la si deve dimenticare mai ma la si può esorcizzare con la gioia di un buon vivere, che è altra cosa da enfatizzare, sboronare o schiaffare in vetrina la propria felicità a chi sta male. E’ questione sempre di buon cuore e buon gusto. Se dietro l’intenzione c’è amore, il gesto raramente viene fuori male.

Orsola, cosa possono trovare le persone al Wintage?

Abiti e  accessori per uomo donna e bambino di tutte le taglie e per tutte le tasche. Scarpe, borse, portafogli, foulard,  bijoux  e tutto quello che vi viene in mente nell’ambito dell’abbigliamento.
Ogni venditrice ha la sua taglia e il suo stile e molte cose sono di acquisto recente ma altre escono da armadi di madri, nonne e zie quindi vere perle per gli amanti del Vintage (che, per chiarezza, tratta solo oggetti e abiti che abbiano almeno 20 anni di età).
Una cosa importante: tutte le cose in vendita sono integre e pulite.

Come possiamo partecipare a questo festival dell’economia circolare della felicità?

Guardando, facendo domande, facendo amicizia con le ragazze (che io chiamo le mie Wins), comprando se trovate qualche cosa che vi piace, dicendolo agli amici e alle amiche oppure iscrivendovi per  svuotare il vostro armadio in modo sociale e socievole. Così potete comprare altro con  meno sensi di colpa che tanto poi lo vendete al Wintage.

C’è sempre una canzone, quella del Wintage qual è?

Sempre e per sempre  di Francesco de Gregori

 

Per avere maggiori informazioni: Orsola Zuccheri 

Per dare un’occhiata e comprare qualcosa che vi pice: Wintage Advantage

Commenta l'articolo