storia di Natale

Currently browsing: storia di Natale
  • E Vera frigge

    Il Natale a cui torno sempre è il Natale di Vera, la sorella di mia madre, e di Sergio, mio zio, Manrico, Alessandro ed Emiliano, i miei cugini.
    Se chiudo gli occhi Vera è nella nostra cucina e frigge, frigge broccoli, cavoli, carciofi, ricotta, baccalà e animelle.
    Ha i capelli neri come la sabbia della spiaggia di Ostia, li tiene legati in una coda di cavallo, ha una maglia rosso Borgogna e una gonna grigia.
    Se chiudo gli occhi vedo i suoi occhi definiti con una matita azzurra e il suo culo grosso che riempie gioioso tutta la nostra cucina che è un budello stretto e lungo.
    Il Natale a cui torno sempre è il Natale che mio padre non c’è, è ricoverato al San Giovanni di Roma, mia madre ha portato me e mio fratello a salutarlo; non le ho mai chiesto se ci ha portato perché pensava che stesse per morire. Quando finisco di scrivere la chiamo e glielo chiedo.
    Mio padre è steso in un letto di metallo, ha dei tubi nel naso e una sacca di sangue appesa a un trespolo … Continua a leggere