Daily Archives

9 Gennaio 2021
  • La casa sull’isola

    Un movimento lento e sempre presente. Di ombre, rocce, radici e anime morte. Una risalita bollente dal cuore della terra e il terrore sudato di camminarci sopra con i piedi.
    Questa è la prima sensazione che ho avuto dopo esserci lasciati alle spalle la costa trasparente per entrare nell’entroterra barbaro e selvaggio.
    Una sensazione spaventosa che pure mio padre che mi accompagnava trova forza di dire con le parole, Non mi piace questo posto, non mi piace per niente. Non lo so se ti voglio lasciare qui a vivere.
    Sarebbe dovuto rimanere solo qualche giorno, giusto il tempo di dare una sistemata, imbiancare le pareti, montare la cucina, stringere qualche rubinetto vecchio.
    Invece rimase quasi un mese, non aveva più niente da fare ma non voleva lasciarmi lì a vivere.
    Mio padre è un uomo silenzioso e riservato. Tiene quasi tutto per sé. Il poco che non trattiene ha sempre una misura e sta nell’ordine delle leggi fisiche.
    Tutto ciò che non ha lunghezza, tempo, massa, temperatura e intensità, non esiste.
    È l’unico modo in cui riesce a sentirsi al sicuro dall’imprevedibile della vita e dall’invisibile.
    Eppure lo … Continua a leggere